“Rappresentiamo l’unica novità, ma soprattutto l’ultima speranza per la nostra città”. Annuncia così la sua candidatura a sindaco di Melito Lello Caiazza, a capo di una coalizione a forte trazione giovanile che vede al momento schierati, a sostegno dell’avvocato 37enne, il movimento ecologista Melito Adesso, la civica Rinnovamento  melitese e demA – democrazia e autonomia.
E’ di queste ore, infatti, il placet del numero uno di Palazzo San Giacomo, Luigi de Magistris, al primo sbarco melitese del movimento demA, dopo una serie di incontri preliminari con il segretario nazionale Claudio de Magistris e l’assessore ai Giovani Alessandra Clemente.
lello-demagistris
“Abbiamo deciso, con i rappresentanti del coordinamento, di dare seguito alla volontà di rappresentare in una lista quella convergenza di cittadini, associazioni, comitati, amministratori impegnati nel proporre anche a Melito un nuovo modo di fare politica. Lello Caiazza rappresenta bene quella sintesi di rinnovamento e capacità amministrativa”. Dichiara il segretario di demA Claudio de Magistris.
“Si è creata una gran bella squadra di giovani pieni di passione ed entusiasmo che – sono convinto – ci aiuteranno a vincere questa difficile battaglia per la nostra città” commenta l’aspirante sindaco Caiazza, già componente demA dell’Ente idrico campano, che non ha risparmiato le prime bordate ai suoi avversari politici.
“Sembra di essere piombati di colpo a Jurassic Park – attacca l’esponente dei Verdi – Melito è invasa da vecchi dinosauri famelici, pronti a tutto pur di mettere le grinfie sulla città. Senza coerenza e dignità, un’ammucchiata selvaggia di pseudo forze politiche vorrebbe spartirsi la città col solo obiettivo di “acchiappare” una poltrona, mettendo da parte, ancora una volta,  il bene comune.
E proprio sull’esigenza di mettere al centro della visione politica il bene comune, si sono soffermati i giovani rappresentanti locali di demA Melito: “Sappiamo che questa è la politica che serve per il futuro del nostro territorio. Chiediamo ai nostri concittadini di guardare indietro e tirare le somme, solo così possiamo essere sicuri di costruire il nostro futuro insieme”.

ALTRI ARTICOLI CHE POSSONO INTERESSARTI...